Quali idee sul riciclo e sui processi di recupero degli imballaggi in plastica?

Con il termine riciclo si intende “qualsiasi operazione di recupero attraverso cui i materiali di rifiuto sono ritrattati per ottenere prodotti, materiali o sostanze da utilizzare per la loro funzione originaria o per altre applicazioni”. 
La riciclabilità è uno degli elementi da considerare in fase di progettazione del packaging se si vuole garantire una corretta gestione del suo fine vita. Bisogna tenere conto, però, che non è il solo e arriva dopo le funzioni primarie che l’imballaggio è chiamato a svolgere.

In linea di principio tutti gli imballaggi in plastica sarebbero riciclabili, ma la reale possibilità che ciò avvenga dipende dalla corretta raccolta differenziata da parte dei consumatori finali, dalle tecnologie disponibili, nonché dalla sostenibilità economica ed ambientale delle attività di riciclo.

I rifiuti di imballaggio in materiale plastico rappresentano, infatti, uno degli esempi più complessi da affrontare data la varietà di polimeri, di proprietà e applicazioni. Inoltre, più aumenta la qualità degli imballaggi e la loro possibilità di accrescere la vita utile dei prodotti contenuti, più rischia di diventare complesso gestire il loro fine vita.

La filiera del riciclo è composta, sostanzialmente, da tre macro processi:


  • la raccolta differenziata;
  • la selezione;
  • il (reale) processo di riciclo.

La tipologia di riciclo a cui si fa riferimento comunemente è il riciclo meccanico dove, attraverso una serie di operazioni che si possono riassumere in quattro fasi principali (macinazione, lavaggio, separazione ed asciugatura), si arriva alla produzione di un nuovo prodotto (materia prima seconda) che verrà poi utilizzato in nuove applicazioni.

Insieme al riciclo meccanico sta crescendo il cosiddetto riciclo chimico che, con diverse tecnologie, consente di ottenere nuovamente i componenti di partenza dei materiali avviati al riciclo.

È su queste due tipologie di riciclo che si gioca la nuova scommessa dell’economia circolare e la possibilità di raggiungere i nuovi obiettivi di sostenibilità non solo economica ma anche ambientale degli imballaggi in plastica.

Proponi un'innovazione